skip to Main Content

G. Ramaccioni, La protezione dei dati personali e il danno non patrimoniale. Studio sulla tutela della persona nella prospettiva risarcitoria, Jovene, Napoli, 2017.

Il libro muove dalla constatazione di un fenomeno in evidente espansione: il rischio concreto che la circolazione dei propri dati personali – resa sempre più massiccia ed invasiva dallo sviluppo delle nuove tecnologie (in particolare, i dispositivi elettronici più recenti quali internet of things, chatbot, ecc.) – possa risolversi in un’opera di erosione delle prerogative della persona.

In questo contesto, il lavoro si concentra sulla possibilità di ciascuna persona di ottenere una adeguata tutela, anche sotto il profilo risarcitorio, in caso di lesione della propria privacy o del proprio diritto all’oblio.

Vengono, infine, analizzate quelle che appaiono essere le nuove possibili aree in cui le singole persone possono chiedere tutela sotto il profilo risarcitorio (ad es. nel caso di diffamazione on line, di responsabilità dell’internet service provider, di domain name grabbing o cybersquatting, di phishing e, nelle recenti applicazioni informatiche, quali chatbot e internet of things).

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top